FORENZA (GUE/NGL): “Inaccettabile affermazione di Tajani sul fascismo. Necessarie dimissioni immediate per rispetto istituzioni e Costituzione italiana”

“È inaccettabile che il Presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani dica durante la trasmissione radiofonica la Zanzara che il “fascismo ha fatto anche cose buone” – citando a riferimento bonifiche e strutture sportive – fino alla promulgazione delle leggi razziali e all’entrata in guerra. Chi riveste la carica di Presidente del Parlamento europeo non può dimenticare

Cosa succede in città? #BARICITTàPERTA

La presentiamo oggi alla Officina degli esordi. Cosa? una proposta per l’alternativa popolare alle prossime amministrative a Bari. La presentiamo nel giorno della falsa alternativa rappresentata dalle tre candidature alle #primarie del #Pd : tre candidati pro jobs act e che hanno difeso il referendum renziano che voleva sfasciare la Costituzione, pro Tav e contrari

Abbiamo il dovere politico di costruire una alternativa – su Left

Due incubi si affacciano potentemente sullo scenario europeo: la prosecuzione delle politiche neoliberiste e l’avanzata dell’onda nera dei populismi reazionari. A rappresentarli, da un lato, il rafforzamento dell’asse “europeista” tra Francia e Germania, dall’altro lato, i nazionalismi xenofobi di Orban e Salvini. Due incubi interconnessi: perché il neoliberismo che i trattati dell’Ue hanno “costituzionalizzato” e

NOTE SULLE EUROPEE ALL’USCITA DA POGGIOREALE

“Mi sono convinto che anche quando tutto sembra perduto bisogna mettersi tranquillamente all’opera ricominciando dall’inizio” (Antonio Gramsci) /2 Ogni volta entrare in carcere è un pugno al cuore. Significa entrare in contatto con una realtà durissima, con la sofferenza concreta, con la negazione dei più elementari diritti. Devi trattenere la rabbia e le lacrime, ma

Indipendentisti catalani a processo. Organizzare un referendum è un crimine?

Dopo aver subito una detenzione arbitraria preventiva di quattordici mesi, i nove prigionieri politici catalani (sei ex ministri regionali, l’ex presidente del Parlamento della Catalogna e due leader delle associazioni indipendentiste più grandi) devono affrontare oggi un lungo processo alla Corte suprema spagnola. Affrontano una serie accuse gravissime: ribellione, disobbedienza e appropriazione indebita di fondi

Dove eravate quando c’erano i governi di sinistra?

Capita spesso che, quando attacco l’attuale governo giallonero, i suoi sostenitori mi vengano a chiedere perché non criticavo anche i governi precedenti, perché mi sveglio adesso. Bene, questa è una foto del 29 settembre 2016. Stavo consegnando un barattolo di…”REAL SHIT”, letame biologico, al ministro Carlo Calenda in Parlamento Europeo. Protestavamo contro la possibile approvazione