Interrogazione sull’ampliamento dell’aeroporto di Firenze

Questa mattina ho presentato in forma prioritaria una interrogazione alla Commissione Europea in merito alla vicenda che riguarda il progetto di ampliamento dell’aeroporto “A. Vespucci” di Firenze. Da tempo il progetto vede l’opposizione di una ampia rete di associazioni e comitati, preoccupati dei danni all’ambiente e alla salute dei cittadini che comporterebbe un progetto del

Mentre il dito indica il Ttip, l’Unione e il Canada firmano il Ceta

di Tiziana Barillà – https://www.left.it – ome quando qualcuno ti indica qualcosa da guardare e, intanto, te la combina proprio sotto gli occhi. Sembra qualcosa di simile quello che succede con i trattati commerciali Ceta e Ttip. A fine agosto arriva l’annuncio di Sigmar Gabriel, vice cancelliere e ministro dell’Economia tedesco: «Ritengo che i negoziati

Interrogazione sull’ergastolo ostativo e comunicato dell’associazione Yairaiha Onlus

Questa mattina ho presentato un’interrogazione alla Commissione Europea sul tema dell’ergastolo cosiddetto “ostativo”. Nel nostro paese 1400 persone sono detenute con pena a vita senza la possibilità di accedere ad alcuna misura alternativa al carcere, destinate a trascorrere l’intera pena in cella. Si tratta di circa 7 ergastolani su 10. Questo tipo di regime detentivo

Pieno supporto alla Women’s Boat to Gaza e alle attiviste bloccate da Israele. L’Ue si attivi, subito

COMUNICATO STAMPA GAZA – FORENZA (ALTRA EUROPA-GUE/NGL): «PIENO SUPPORTO ALLE ATTIVISTE BLOCCATE DA ISRAELE. UE SI ATTIVI CONTRO QUEST’ENNESIMA VIOLAZIONE DEL DIRITTO DA PARTE DEL GOVERNO ISRAELIANO» «Il mio pieno supporto alle attiviste della Women’s Boat to Gaza delle quali in queste ore non abbiamo più notizie certe, dopo che la loro nave è stata

L’assemblea al Parlamento Europeo sulle Reti di Solidarietà nel Sud Europa

“Unire ciò che il neoliberismo ha diviso” È all’insegna di questo progetto che abbiamo condotto la campagna elettorale per le elezioni europee del 2014 e che portiamo avanti l’iniziativa politica al Parlamento Europeo. E per unità abbiamo sempre inteso qualcosa di diverso dalla pur importante alleanza delle forze politiche della sinistra o dalla presentazione di

Il fallimento del referendum in Ungheria è una buona notizia. Politiche UE in materia di migranti completamente sbagliate

COMUNICATO STAMPA REFERENDUM UNGHERIA – FORENZA (ALTRA EUROPA-GUE/NGL): «FALLIMENTO è BUONA NOTIZIA. POLITICHE UE IN MATERIA DI MIGRAZIONI COMPLETAMENTE SBAGLIATE. RICORDIAMO VITTIME DI LAMPEDUSA E CHIEDIAMO SUBITO I CORRIDOI UMANITARI» Eleonora Forenza, eurodeputata de L’Altra Europa – gruppo GUE/NGL, dichiara: «Il mancato raggiungimento del quorum per il referendum in Ungheria è un’ottima notizia. I cittadini

Oggi tutte in sciopero con le donne polacche che difendono il loro diritto all’aborto e la loro autodeterminazione

COMUNICATO STAMPA SCIOPERO DONNE POLONIA – FORENZA (ALTRA EUROPA-GUE/NGL): «TUTTE CON LE DONNE POLACCHE CHE OGGI DIFENDONO IL LORO DIRITTO DI ABORTIRE, LA LORO AUTODETERMINAZIONE» «Oggi in Polonia si tiene uno sciopero delle donne, che interrompono sia le attività produttive fuori casa che il lavoro domestico, contro la decisione del parlamento polacco di varare una

Incontro su «I diritti al tempo del commercio globale», giovedì 13 ottobre a Bologna

Quali possono essere le conseguenze della liberalizzazione dei mercati? E le ripercussioni sull’economia ma anche sulla società e sulla nostra vita quotidiana? Ne parleremo giovedì 13 ottobre 2016 a Bologna, con focus su: TTIP (Transatlantic Trade and Investment Partnership) tra Stati Uniti e Unione Europea, il CETA (Comprehensive Economic and Trade Agreement) tra Canada ed

Il punto sui trattati di commercio – newsletter ottobre 2016

Un primo punto essenziale di aggiornamento è stato fornito sia in Commissione Commercio internazionale da Lange, (presidente della Commissione stessa), che da Carlo Calenda durante il suo incontro con le deputate e i deputati italiani: entrambi confermano che le possibilità di chiudere il negoziato TTIP prima della fine del mandato di Obama sono sostanzialmente inesistenti.