«Voto La Sinistra – afferma Mimmo Lucano – e sostengo Eleonora Forenza» da Left

Mimmo Lucano ricorderà a lungo e con emozione l’8 maggio di quest’anno. Era a Cinisi, per l’anniversario dell’uccisione di Peppino Impastato a ritirare il premio a lui intitolato. Un premio ottenuto con una motivazione impeccabile “per aver costruito un modello di economia alternativa che ha messo al centro l’essere umano”. Tante le foto, gli abbracci

Europee, Acerbo-Forenza: «Su sito Ministero la grande truffa di Salvini, il sud non voti per la Padania!»

«Invitiamo giornalisti e elettori a visitare il sito del Ministero degli Interni per dare uno sguardo alle dichiarazioni di trasparenza e degli statuti, che i partiti che partecipano a queste europee hanno depositato con il proprio contrassegno. Il Ministero le ha pubblicate nella sezione Elezioni Trasparenti (potete leggere direttamente: https://dait.interno.gov.it/elezioni/trasparenza/europee2019). A nome Salvini è stato depositato lo statuto

“Gli ultimi giorni di”, note da Strasburgo

‘Gli ultimi giorni di’ per me sono sempre stati uno strazio. Ricordo la sensazione dell’ultimo giorno di scuola, dell’ultima lezione di università, persino di quell’incubo della SSIS. Oggi si è chiusa questa legislatura. E, insomma, tra abbracci, saluti, per me è stata una giornata intensa e piena di emozioni. Avendo poi la tendenza a rompere

Riguardo il copyright

La vicenda della direttiva per rinnovare le normative sul copyright è stata descritta come un scontro fra giornalisti e artisti derubati del proprio diritto d’autore, e quindi favorevoli alle nuove regole, e grandi multinazionali americane, contrarie per mantenere il loro privilegio. Ma le cose stanno molto diversamente: oggi ho votato contro la direttiva seguendo l’indicazione

Cosa succede in città? #BARICITTàPERTA

La presentiamo oggi alla Officina degli esordi. Cosa? una proposta per l’alternativa popolare alle prossime amministrative a Bari. La presentiamo nel giorno della falsa alternativa rappresentata dalle tre candidature alle #primarie del #Pd : tre candidati pro jobs act e che hanno difeso il referendum renziano che voleva sfasciare la Costituzione, pro Tav e contrari

Abbiamo il dovere politico di costruire una alternativa – su Left

Due incubi si affacciano potentemente sullo scenario europeo: la prosecuzione delle politiche neoliberiste e l’avanzata dell’onda nera dei populismi reazionari. A rappresentarli, da un lato, il rafforzamento dell’asse “europeista” tra Francia e Germania, dall’altro lato, i nazionalismi xenofobi di Orban e Salvini. Due incubi interconnessi: perché il neoliberismo che i trattati dell’Ue hanno “costituzionalizzato” e